Cadavere Squisito, Prova d’Artista Venezia 2020.

Nel marzo 1932, André Breton e Valentine Hugo fecero visita a Salvador Dalì e a Gala Éluard (poi Dalì) nella loro casa in Spagna. Tutti insieme crearono questo «cadavre exquis»: un disegno realizzato in varie sezioni da più collaboratori, ognuna delle quali rimane nascosta agli altri fino a svelare il risultato finale. […] Tutti e quattro gli artisti firmarono il disegno e lo spedirono a un quinto amico surrealista, il poeta René Char.

(Da C. Nelson, La magia del Manoscritto, Taschen 2019)

 

In questi giorni Prova d’Artista pubblica un altro Cadavere Squisito in 25 esemplari numerati. Riproponendo il principio del lavoro a quattro mani, i testi dei quattro artisti coinvolti, Vito M. Bonito, Domenico Brancale, Fabio Orecchini e Marco Vetrugno, sono riprodotti in modo casuale con l’intento di formare un unico nuovo testo inserito in una ‘bara’ realizzata dall’artista parigino Hervé Bordas.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *