Amelia Rosselli

Ho visto il cielo gongolarsi: era purpureo
poi mano a mano si schiariva ed io mi
schiarivo con esso: non riuscivo ad
essere esso!

Quando fu grigio a chiaro non fu più
cielo: ah un attimo sfuggente che perfino
io distrussi!

Quando il cielo tornò ad essere quella
macchina sguaiata dei nostri inverni
cittadini dimenticai quasi che potesse
essere all’alba un fulgore.

A tradimento il blu si fece incolore
la profondità dell’alba e della notte
sfumò in agonia di primo mattino.

 

A. Rosselli, Le poesie, Garzanti 2019.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *