Alix Cléo Roubaud

1.VIII.80,st Felix

La luce,dunque;nient’altro che la luce;la luce quando cade,la luce che impressiona la pellicola,la luce in cui si decifra l’immagine della luce,la luce della finestra,la luce del sole,riflessa nell’acqua,ristretta nella finestra,rifranta dal ghiaccio,condensata dalla pellicola,vista in una camera dove,di nuovo, la luce del sole, rifranta dalla finestra,compressa da una porta,rifranta dal ghiaccio,e così di nuovo. Ripetizione come nella musica;cerchi.(determinare le gerarchie, i diversi livelli che impediscono al cerchio di chiudersi veramente).

I diari.

 

Fatta una foto di noi a letto, mentre sfogliamo i diari del nonno

 

Alix Cléo Roubaud, Journal (1979-1983), Édition du Seuil 2009. Traduzione di Domenico Brancale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *