E sapeva dalla musica… – Maël Guesdon

E sapeva dalla musica che lo scorrere nel tempo e lo scorrere nel suo corpo non erano più sincroni. Viventi tutte le cose – ricordo dei suoni – non volevano smettere di ardere petto schiena. Insieme delle superfici.

E s’aprono tutte su occhi fissi, vedono sussulti, carne dentro la sua bocca nel pronunciare i nomi.

 

M. Guesdon, Voire OVVERO, LietoColle 2019.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *