Chi porta il peso – Nanni Cagnone

Chi porta il peso,
veglia sui dormienti
e aduna-calma le grida?
Chi protegge
in questo clima
la pace dei sentieri?
Facilmente
d’erba in erba
una lepre, mentre
stentatamente noi,
di lenta e rinnegata
conoscenza, noi
di torbidi sogni,
confusi da oblío
e smodati mutamenti.

Ma l’esistenza
chiede una prova, a noi
come alla fioritura:
esser fedeli, non lasciare
il buio dei sentieri.

 

N. Cagnone, A ritroso 2020-1975, Nottetempo 2020.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *