Età del fuoco – Jonny Costantino

 

ETÀ DEL FUOCO

Frammenti

[?] – 2976 dopo Cristo circa [?]
([?] – anno di tenebra 17 circa [?])

 

 

fr. 6

Siamo soli.
Soltanto soli di carne e luce.

 

fr. 94

Qualcuno, sbagliando il verbo,
dice meglio l’ordine dell’accensione,
lo dice meglio di chi parla corretto:
apri la luce.

Aprire la luce: far sì che sanguini.
Chiudere la luce: cicatrizzarsi.

 

fr. 105

Il sangue è fiamma liquida.

Acqua e fuoco, flusso e deflagrazione.

Il cuore umano è una stella di sangue.

 

fr. 363

Segnali di fumo:
un fuoco arde altrove:
qualcuno vuole bruciare con me?

 

fr. 371

L’amplesso tra l’amicizia e la lotta
genera un calore.

Il nome di questo calore è amore.

L’amplesso tra l’amicizia e la lotta
genera una luce.

Il nome di questa luce è arte.

 

fr. 676

Generare è anche rigenerare.

Creare non è procreare.

 

fr. 777

Senza amore, senza arte,
cadiamo come lucciole folgorate,
mai visti né toccati da anima viva.

[…]

finiamo
se siamo fortunate
sul petalo di una bella di notte

restiamo
cenere in giacenza
che una folata disperde

 

fr. 901

Il fuoco tiene il segreto,
mantiene la parola.

 

fr. 999

Il fuoco è l’insonnia del tempo.

 

J.Costantino, Mal di fuoco, Effigie 2016.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *