Nella circolazione della parola – Victoria Xardel

 

Nella circolazione della parola – ciò che è tuttavia ripreso
a strappi – e di questo stesso strappo diviene possibile.
La lotta all’ombra delle foreste, sotto le viole.
Né confessione né enigma. Lei precisa il suo pensiero per enumerazione
piuttosto che per disposizione delle cose. Quello che si ripete
nel rallentamento delle conseguenze infine si assottiglia o si disfa.
Ma di frattura non si sa nulla. E di perseguire
in vissuti cosparsi in modo che nessuna forma sia nuova
né bella né materia, né rinuncia o tace.

 

V. Xardel, Méthode, Éric Pesty éditeur, 2012. Traduzione di Domenico Brancale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *