Il non detto è la prigione della lingua – Marco Amendolara

 

Il non detto è la prigione della lingua

E le superfici róse, le apparenze

Che non ingannano, si fanno

Come niente specchi del destino.

Nell’enigma degli occhi il poeta

Diviene esteta, profeta degli dei

Fedifraghi del proprio essere.

Nello schianto delle tempie,

Emozione che il cielo non contiene,

Celato il filo d’oro si dipana,

Crea nella mente nuovi magmi.

È nostro augurio

Che il vestibolo sia questo.

 

M. Amendolara, La passione prima del gelo, Poesie 1985-2008, La Vita Felice 2016.

 

Marco Amendolara (Salerno 1968-2008) è stato un poeta, critico letterario e d’arte e traduttore di poesia latina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *