Non credermi mai – Elena Sinopoli

 

Se mi dovessi vedere

impazzita

cercare altrove vita,

tieni nei miei

fissi gli occhi tuoi,

non distrarti da me

cercando di capirmi,

che il capirsi

è un’indicazione data

svogliatamente

per la periferia

dell’essenziale.

E scappa,

ti dico scappa

quando un’abitudine

si mette a disegnare

una bozza

di ciò che gli altri

credono sia giusto.

Vattene,

andiamocene,

che noi non siamo,

né altri

né giusti,

che noi siamo un disegno

con mani sudate

su un foglio di vapore.

E credimi,

ci basterà per sempre questo,

se farai dei miei abbandoni

folli motivi per restare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *