Mediterraneo – Giorgio Sica

 

Tu mi chiedevi come fosse possibile

un mare quieto come un lago

rosa come un petalo di ciliegio

arruffato appena dalle dita del vento.

Io ti risposi: “È il Mediterraneo, chérie!”

Tu vieni da altri Oceani.

Questo mare è un balsamo

una medicina.

Vedrai, curerà le onde

che ti si spezzano dentro”.

 

Tu mi ascoltavi ansiosa

di credermi

mi sfioravi la mano

quasi a vedere se fosse vera

mentre i tuoi occhi inquieti

volavano alla vela che intesseva

l’orlo sfrangiato delle nuvole

all’orizzonte.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *